• Andrea Pagani

Trump non si arrende: ''WE will win!''

Si ricontano i voti in Georgia ma non ci sono indicazioni di frodi elettorali. Il tycoon twitta "We will win"



























"Vinceremo", "We will win" in lettere tutte maiuscole.

Lo twitta Donald Trump allegando al suo cinguettio un video dei suoi fan. Secondo indiscrezioni, il presidente si è riunito nelle ultime ore con i suoi collaboratori per definire la strada andando avanti. Trump non ha ancora concesso la vittoria.


E sulla stessa linea pare essere anche la consorte Melania segue le sue orme. Sempre secondo indiscrezioni riportate da Cnn, infatti, la first lady non avrebbe ancora contattato Jill Biden. E i suoi appuntamenti per i prossimi giorni non lascino intravedere alcun cambio, con Melania impegnata nelle sue riunioni giornaliere e nella pianificazione delle prossime festività.


"Ci è voluto molto tempo! Perché al North Carolina ci vuole così tanto? Stanno cercando altre schede?". Lo twitta Donald Trump allegando il cinguettio dell'Associated Press in cui si concede al presidente la vittoria in Alaska. "Con il riconteggio vinceremo anche la Georgia. Pennsylvania e Michigan non hanno consentito agli osservatori di entrare nelle stanze dove si scrutinavano le schede. Illegale!", aggiunge il presidente.


Nelle ultime ore Trump, del resto, ha portato avanti la sua offensiva contro la Fox twittando in modo compulsivo. Nelle sue raffiche di cinguetti ha ritwittato le critiche di molti suoi supporter contro la tv di Murdoch, da cui si sente tradito, e il sostegno ad altre tv conservatrici considerate una valida alternativa, come NewsMax e One America News Network (Oann). Newsmax è un sito di notizie e opinioni americano conservatore fondato da Christopher Ruddy nel 1998 e gestito da Newsmax Media: appoggia chiaramente il presidente. Oaan è invece un canale via cavo di estrema destra pro Trump, fondato da Robert Herring Sr. e di proprietà di Herring Networks, lanciato nel 2013.

News Italia 24 non è una testata giornalistica, non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62/2001. Viene considerato un aggregatore di lanci brevi di “notizie”, piccoli frammenti, aggiornati senza periodicità. Alcuni testi citati o immagini inserite sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore vogliate comunicarlo via e-mail per provvedere alla conseguente rimozione o modificazione.

1 visualizzazione